Rifinanziamento per l’anno 2021 degli interventi a favore di giovani ed adulti disabili per l’acquisizione di ausili o strumenti tecnologicamente avanzati

Territorio 2/5/2021  - 55 letture

Omino stilizzato su sedia a rotelle simbolo della disabilità

Prosegue anche per l’anno 2021 l’avviso pubblico per la presentazione delle domande di contributo per l’acquisto o per l’utilizzo di ausili o strumenti tecnologicamente avanzati  con le modifiche apportare dalla DGR 3690/2020.

Regione Lombardia intende garantire nel 2021 la continuità degli interventi per l’acquisizione di strumenti tecnologicamente avanzati con la finalità di estendere le abilità della persona e potenziare la sua qualità di vita.

L’ausilio/strumento tecnologicamente avanzato deve essere funzionale al raggiungimento/miglioramento: 

  • dell’autonomia della persona, con particolare riferimento al miglioramento dell’ambiente domestico;
  • delle potenzialità della persona in relazione alle sue possibilità di integrazione sociale e lavorativa;
  • delle limitazioni funzionali, siano esse motorie, visive, uditive, intellettive, del linguaggio, nonché relative all’apprendimento.

Tipologia

Contributo a fondo perduto.

Chi può partecipare

I destinatari della presente misura sono le persone residenti in Lombardia che soddisfano i seguenti requisiti:

  • giovani o adulti disabili;
  • famiglie con minori o giovani con disturbo specifico di apprendimento (DSA) attestato mediante certificazione;
  • con un ISEE in corso di validità inferiore o uguale a 30.000,00 euro; 
  • he non hanno ricevuto il contributo per l’acquisizione di strumenti tecnologicamente avanzati ai sensi della L.r. 23/1999 nei 5 anni precedenti e nella stessa area.

È prevista la deroga al precedente requisito (relativo ai 5 anni) nel caso di interventi per: 

  • l’adeguamento/potenziamento dell’ausilio/strumento determinato da variazioni delle abilità della persona o dalla necessità di sostituzione di un ausilio/strumento già in dotazione non più funzionante;
  • le famiglie con figli con DSA che, pur avendo usufruito precedentemente di tale beneficio, necessitano di adeguare/potenziare il software utilizzato;
  • l’acquisizione di una tipologia di ausilio/strumento diverso da quello per il quale era stato concesso il contributo.

Caratteristiche dell'agevolazione

La presente misura è finalizzata ad estendere le abilità della persona ed a potenziare la qualità di vita delle persone disabili e dei minori con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) mediante un contributo economico delle spese sostenute per l’acquisto (ovvero noleggio o leasing) di ausili o strumenti tecnologicamente avanzati, con massimali di contribuzione diversificati per ognuna delle 4 aree di intervento: domotica, mobilità, informatica ed altri ausili.

Il contributo è riconosciuto nella misura del 70% della spesa ammissibile (spesa non inferiore a 300,00 euro) e comunque non superiore a 16 mila euro ed entro i seguenti limiti: 

  • personal computer da tavolo o tablet comprensivi di software specifici, contributo massimo erogabile, comprensivo di software di base e di tutte le periferiche, 400,00 euro;
  • personal computer portatile comprensivo di software specifici, contributo massimo erogabile, comprensivo di software di base e di tutte le periferiche, 600,00 euro;
  • protesi acustiche riconducibili: contributo massimo erogabile 2.000,00 euro;
  • adattamento dell’autoveicolo, compresi i beneficiari dell’art. 27 della legge 104/92, contributo massimo erogabile 5.000,00 euro.

Le date

  • Apertura    16 gennaio 2019.
  • Chiusura: fino ad esaurimento delle risorse economiche disponibili.

Come partecipare

La domanda dovrà essere presentata dal soggetto richiedente, pena la non ammissibilità, obbligatoriamente in forma telematica, per mezzo del Sistema Informativo Bandi online disponibile all’indirizzo di Regione Lombardia:  www.bandi.servizirl.it.

I richiedenti possono anche presentare la domanda firmata in originale cartaceo ed allegare il file on line, dopo aver effettuato la scansione corredata dal documento di identità in corso di validità.

La domanda inoltre deve avere in allegato:

  • il preventivo, o la fattura, o la ricevuta fiscale della spesa sostenuta (con estensione della possibilità di accesso a tutti coloro che hanno sostenuto al spesa nel corso del 2018, come previsto dalla recente DGR 1446 del 25/03/2019 che ha rifinanziato la Misura) ovvero, in caso di ausili o strumenti particolarmente costosi acquistati tramite rateizzazione, dalla copia del contratto di finanziamento rilasciato dalla ditta fornitrice o dalla finanziaria, da caricare elettronicamente sul sistema informativo;
  • certificato del medico specialista o del medico prescrittore attestante la conformità dell’ausilio prescritto alla maggiorazione della funzionalità da parte del minorenne o adulto disabile ovvero del minorenne o giovane maggiorenne con DSA.

Le domande sono assegnate alle ATS in base alla residenza anagrafica del richiedente.

L’ ATS procede: 

  • alla verifica dei requisiti previsti per l’ammissione al beneficio dei destinatari, attestati mediante autocertificazione, nonché della completezza della documentazione da allegare;
  • alla validazione delle domande con identificazione dell’ammontare del contributo concesso. 

Sui requisiti autocertificati l’ATS identifica, a campione, le domande su cui effettuare i relativi controlli. 

Ai fini della determinazione della data di presentazione della domanda verrà considerata esclusivamente la data e l’ora di avvenuta protocollazione elettronica tramite il sistema Bandi online

Procedura di selezione

La tipologia di procedura utilizzata è valutativa a sportello: le domande saranno valutate in ordine di presentazione, a condizione di rispettare i requisiti di ammissibilità. L'assegnazione dei contributi è subordinata alla disponibilità del fondo al momento della richiesta.

Informazioni e contatti

Per assistenza tecnica sull'utilizzo del servizio on line della piattaforma Bandi online scrivere a bandi@regione.lombardia.it o contattare il numero verde 800 131 151 attivo dal lunedì al sabato escluso festivi dalle ore 10.00 alle ore 20.00. 

Eventuali informazioni sull’avviso possono essere richieste via mail all’indirizzo retifamiliari@regione.lombardia.it.

Per informazioni è anche possibile rivolgersi ai seguenti numeri telefonici dell’ATS Val Padana: +39 0372 497 803 oppure +39 0372 497 312 - +39 0376 334 586 oppure +39 0376 334 587 oppure scrivere all’indirizzo mail pipss.progettirete@ats-valpadana.it.

Per tutti i dettagli relativi al presente Avviso si rimanda al testo integrale dell’Avviso regionale - Allegato A al Decreto n. 348 del 15 gennaio 2019.

Valuta questo sito

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies